Quantcast
Foto delle case di giovani italiane che vivono da sole

Come se la cavano le ragazze con le responsabilità dell'indipendenza e i capelli nello scarico? Dopo i giovani che vivono da soli a Roma, siamo passati alla controparte femminile di Milano.

Dieci giorni fa abbiamo pubblicato un articolo sulle case dei giovani italiani che vivono da soli a Roma. Per essere equi, ora abbiamo deciso di fare lo stesso con la controparte femminile che abita a Milano, da sola o con coinquilini, e scoprire come se la cavano le ragazze con le responsabilità dell'indipendenza e i capelli nello scarico.

Veronica, 25 anni. Foto di Anna Adamo/Cesura.

Professione: Fotografa freelance e dipendente per una casa di produzione di shooting advertising.
Coinquilini: Quattro.
Zona: Romolo.

Cosa è cambiato da quando vivevi con i tuoi?
Mah, innanzitutto i vizi. I genitori ti viziano, poi io ho una mamma casalinga quindi ovviamente pulire e cucinare tutta pappa pronta, sempre. Quello un po' ti manca.

Ogni quanto pulisci e come?
In teoria avremmo dei turni in cui una volta a settimana ognuno dovrebbe pulire qualcosa, ma alla fine tra lavoro e feste si fa ognuno il cazzo che vuole e allora magari capita la settimana in cui puliamo tutti i piatti e la settimana in cui non li pulisce nessuno.

Ti reputi disordinata?
Be', penso che le foto parlino da sole.

Come reagiscono amici e fidanzati?
Be', il mio ragazzo vive qui quindi non gliene frega un cazzo, anzi mi ha trascinata in un limbo peggiore di quanto già non fossi; gli amici sono gente scialla se no non verrebbero nemmeno a trovarmi, e mia madre la invito solo dopo le pulizie di primavera se no le verrebbe probabilmente un infarto.

Irene, 24 anni. Foto di Anna Adamo/Cesura.

Professione: Appena laureata, aspetto di trovare un lavoro.
Coinquilini: Due.
Zona: Porta Genova.

Da quanto vivi in un corridoio?
Da settembre, cioè da sei-sette mesi.

Cos'è cambiato da quando vivevi coi tuoi?
Ad esempio prima avevo una stanza con un letto normale e una porta, e ora vivo in un corridoio e ho la testa di fianco al lavandino.

Quali sono le difficoltà più grandi di vivere da soli?
Devo lavarmi le cose, devo pagarmi le cose, e devo lavare anche per i miei coinquilini il pavimento e il bagno. E vivo con due uomini, quindi è un casino. Abbiamo il turno delle pulizie ognuno una volta alla settimana, quindi giriamo.

Ti reputi disordinata?
Un po' sì, ho la stanza piena di sacchetti perché non ho un armadio.

Come reagiscono amici o fidanzati quando vengono qua?
La prima volta che sono venuti qua hanno iniziato a chiamare la mia stanza il tugurio.

Rossana, 22 anni.

Professione: Studentessa di Comunicazione e gestione nei mercati dell'arte allo IULM.
Coinquilini: Due, e due gatti.
Zona: Navigli.

Da quanto tempo vivi da sola?
Quattro anni. Ho cambiato due case, per ora.

Cos'è cambiato rispetto a quando vivevi con i tuoi?
Sono cambiata io principalmente, perché sono la più piccola di tre sorelle e finché stavo a casa avevo le attenzioni di genitori e due sorelle maggiori. Ora devo fare tutto, dal cucinare al lavare a badare a me stessa. Non mi pesa però, sto benissimo, non ce la facevo più a stare in Calabria. Non mi è parso vero di poter andare via.

Come paghi l'affitto?
Pagano i miei. Io ogni tanto lavoro freelance, faccio foto e video. Ma non sono a mio agio nell'ambiente della moda. Quello che voglio fare nella vita è la gallerista e basta. Ma innanzitutto devo laurearmi.

Come vi organizzate per le pulizie?
Ultimamente abbiamo tutte orari abbastanza pesanti per stage e lezioni e in casa si crea facilmente caos. Quindi abbiamo deciso di fare i turni. Per esempio oggi io devo buttare la spazzatura. Però il bagno è sempre pulito, perché abbiamo due gatti e vanno dappertutto.

Quali sono i periodi di maggiore disordine?
Le sessioni d'esame, non si sa ogni quanto puliamo sotto esame. La grande fortuna è che abbiamo la lavastoviglie. Comunque la casa è bella, anche se al momento sta andando a pezzi perché fanno i lavori alla Darsena... Cioè, non lo so: si sta riempiendo di crepe e un vecchio mi ha detto che è per questo.

Magda, 27 anni. Foto di Anna Adamo/Cesura.

Professione: Programmatrice, poi suono e altre cose che comunque non mi fanno guadagnare.
Coinquilini: Nessuno.
Zona: Via Padova.

Da quanto vivi da sola?
Da quando ho 19 anni quindi... boh, adesso ne ho 27. Fai il conto.

Cosa è cambiato rispetto a quando vivevi coi tuoi, e che difficoltà incontri rispetto a prima?
È cambiato il fatto che ora posso fare schifo senza sentirmi in colpa perché è casa mia. Rispetto alle difficoltà, bisogna stare attenti a non fare esplodere la casa, tipo. Chiudere il gas quando si parte, non chiudere la corrente se no il frigo marcisce.

Ogni quanto pulisci e come lo fai?
Dipende. Quando la situazione diventa ingestibile, quando non riesco più a vedere il pavimento tiro su un po' di roba, ma tutto in modalità Mary Poppins, cioè imboscando. Il trick più figo che ho è di pulire il pavimento con il Cif spray e poi strofinare con la carta igienica perché non ho sbatti di passare il mocio.

Ti reputi disordinata?
No no [ride].

Come reagiscono amici e fidanzati quando vengono qua?
Be', dipende da quanto non faccio il trick Mary Poppins, di solito quando è abbastanza agghiacciante provano un po' di pietà e compassione e si offrono di aiutarmi a risolvere questa situazione spiacevole. Tipo è capitato che non facessi entrare in casa dei tipi perché mi vergognavo della situa e che dei tipi con cui avevo una storia dopo aver visto la casa in condizioni particolarmente agghiaccianti abbiano deciso di non sentirmi più.

Martina, 28 anni.

Professione: Assistente stylist.
Coinquilini: Due.
Zona: Navigli.

Da quanto tempo vivi da sola?
In totale da cinque-sei anni. Ho fatto Milano-Ravenna-Londra-Ravenna-Milano. Ma in questa casa ci sto da un mese e mezzo, per quello è ancora un po' spoglia.

Quali sono le difficoltà di vivere da soli?
Non c'è nessuna difficoltà per me; mi mancano i miei amici di Ravenna, ma questa è l'unica difficoltà. Ovviamente qui devo pulire, farmi da mangiare, lavarmi i panni, qualsiasi cosa.

Ogni quanto pulisci e come?
Ogni settimana, se sono a casa di più. Magari due o tre volte a settimana. Non abbiamo dei turni, solitamente puliamo io e l'altra ragazza, perché del ragazzo non ci fidiamo.

Quindi non ti reputi disordinata?
Qui no. A casa mia sì, perché avevo la mamma che mi correva dietro.

Il periodo più lungo per cui non avete pulito?
Massimo una settimana. Ma perché siete stupite, sono l'unica che avete trovato così?