Pubblicità
Cultura

Ripetiamolo insieme: il lubrificante è tuo amico

Sul lubrificante nel sesso ci sono ancora tante convinzioni sbagliate. Sfatiamole, forza.

di Katie Way
08 gennaio 2020, 9:12am

Foto di Megan Madden via Getty Images.

I lubrificanti intimi non sembrano, a livello intuitivo, un argomento controverso. Cosa c’è da discutere su una sostanza semi-viscosa progettata per ridurre la frizione durante le attività sessuali? Eppure per una fetta consistente della popolazione l’esistenza stessa dei lubrificanti è oggetto di discussione seria.

Tempo fa, su Twitter, si è creato un bel po’ di caos sotto un tweet [ora cancellato] che rivendicava una certa “opinione impopolare,” ovvero che i lubrificanti esistano primariamente per il beneficio di ragazzi pigri a cui “non importa nulla del livello di eccitazione della propria partner.” Gli utenti Twitter pro-lub (parole loro, non mie) ci hanno messo poco a elencare una serie di ragioni piuttosto ovvie del perché questa opinione sia sbagliata.

Tanto per cominciare esiste il sesso anale, che può essere estremamente doloroso se fatto senza lubrificanti. Altre persone potrebbero avere problemi di lubrificazione per ragioni fisiche o mediche—come menopausa, squilibri ormonali, o effetti collaterali da farmaci come antidepressivi o pillola anticoncezionale—che non hanno niente a che vedere con quanto una persona sia eccitata durante un rapporto. Senza contare i due assunti impliciti in questa opinione: che la lubrificazione naturale sia un via libera al sesso (assolutamente no) e che si parli solo di persone dotate di vagina.

Ma quella esposta sopra non è l’unica opinione idiota che galleggia su internet a proposito dell’argomento. Post sui fidanzati insicuri che si sentono minacciati dalla natura “artificiale” dei lubrificanti sono una costante di Reddit (il che non sorprende). Contemporaneamente, la marea di articoli su come rendere eccitante l’applicazione del lubrificante, su cosa pensano davvero gli uomini etero dei lubrificanti, o su quanto spesso “dovresti” usarli, rende chiara l’ansia (molto poco sexy) che circonda l’essere bagnati e il restare bagnati. Ma fidatevi: prendere troppo sul personale le escrezioni del proprio partner è un biglietto espresso per un sacco di litigi inutili.

A ben vedere—ma forse è solo una mia impressione—gli etero sono molto più spaventati dalla questione. Ma anziché svergognare le persone che considerano i lubrificanti una soluzione durante il sesso, dovremmo andare dritti al sodo e parlare di cosa comprare: qual è il migliore, in cosa si distinguono le varie basi, se quello organico è una buona alternativa, e come funziona quello alla cannabis.

Finché ci saranno pregiudizi e concezioni erronee di come funziona l’eccitazione sessuale negli esseri umani, vale la pena saperne di più di lubrificanti, anche se sembra troppo facile. È davvero solo un liquido che rende, idealmente, il sesso più piacevole. Usarlo è perfettamente normale e non ha niente a che vedere con le capacità sessuali o con l’intensità dell’attrazione nei confronti di una persona. E ricordate: non ha mai senso sindacare su qualcosa che rende la vita sessuale consensuale di qualcuno oliata al meglio.

Leggi anche:

Tagged:
sesso
sesso anale
lubrificante