Abbiamo chiesto perché a chi ancora oggi usa iPod e lettori MP3

Nel 2022, alcune persone continuano a scaricare .mp3 e altri file audio digitali, in spregio a tutti i servizi di musica in streaming.
Daniele Ferriero
traduzione di Daniele Ferriero
Milan, IT
ipod lettore mp3
Foto per fi Photo: kudzu49, PixabayF.

I lettori MP3, ve li ricordate? Sono la reliquia dimenticata di un’era ormai perduta, gli anni in cui non c’erano ancora gli smartphone e l’iPod era il prodotto più riconoscibile della Apple. Eppure l’estetica dei primi Duemila sta tornando alla grande e anche i lettori MP3 hanno ricominciato a suscitare molto interesse, benché il trend e lo stato di culto siano ancora lontani.

Pubblicità

In effetti, esistono già molte persone che hanno cominciato a utilizzare i lettori MP3 al posto degli smartphone: c’è chi studia e ne approfitta per aggirare le limitazioni sugli apparecchi elettronici nelle aule scolastiche, chi è alla ricerca della miglior qualità audio possibile, non vuole essere distratto da internet in palestra, e così via.

Insomma, a quanto pare ci sono un’infinità di ragioni per utilizzare ancora una volta i lettori MP3—ed ecco quali sono.

Max, 19 anni
Impiegato presso un’azienda di videogiochi, Regno Unito

Da piccolo non ho mai avuto un lettore MP3. Ma intorno ai 16 anni ho iniziato ad appassionarmi a un sacco di cose retrò: computer, console…grazie al fascino del loro stile. Adoro in particolare il design della sesta generazione dell’iPod classico—robusto, quasi tozzo con i suoi controlli a ruota—ma anche il suo prezzo vantaggioso. Sinceramente, è la ragione principale per cui l’ho scelto.

All’inizio usavo Spotify, ma era davvero troppo costoso per un ragazzino senza lavoro, senza contare che tendeva a consumarmi la batteria a gran velocità. Col lettore MP3, invece, hai il vantaggio di poter avere qualsiasi file tu voglia: canzoni provenienti da qualsiasi sito, da Spotify, da un mashup fatto dai fan su YouTube o persino un audiolibro. Le scelte sono illimitate.

Pubblicità

Adam, 45 anni
Cuoco, Stati Uniti

Lettori MP3

I lettori MP3 di Adam. Foto: Adam

Ho uno smartphone ma preferisco avere un apparecchio dedicato solo alla musica e ai podcast. In questo modo mi è più facile curare i contenuti da ascoltare. Le app tendono a seppellirmi di episodi inascoltati dei podcast, cose che magari non voglio nemmeno ascoltare.

Di solito ho dalle tre alle sei ore giornaliere da dedicare alla musica o ai podcast. Di quest’ultimi ascolto soprattutto quelli di lunga durata. Posso scegliere quello che mi interessa e scaricarmelo come file MP3 da caricare sul lettore.

Linda, 38 anni
Artista, Stati Uniti

Ho avuto diversi iPod negli anni, incluso il classico e un paio di quelli nano. Ho assolutamente adorato la sesta generazione, il loro design era stupendo. Detto questo, ora come ora uso l’iPod touch e il FiiO M7, tutto il resto mi serve solo per le emergenze. Ogni tanto mi sento come il protagonista di Baby Driver con tutti questi aggeggi.

Lettore MP3

La collezione di lettori MP3 player di Linda. Foto: Linda

Il mio attuale datore di lavoro ci permette di ascoltare musica con le cuffie, ma vieta telefoni e ogni forma di video, per cui era fondamentale avere qualcosa che non fosse né un telefono né un iPod. Anche a casa mi piace usarne uno, così la musica non viene interrotta da notifiche né da chiamate. In più, è comodo per l’attività fisica, mi permette di non usare il mio traffico dati per lo stream di musica e mi aiuta a non intasare lo spazio del cellulare con i miei album.

Pubblicità

Preferisco di gran lunga correre il rischio che si rompa il lettore invece del telefono. Per me, in sostanza, è una questione squisitamente pratica. Anche perché ho abbastanza anni da non provare nostalgia per il lettore MP3 in sé.

Detto questo, molti lettori d’audio digitale tendono a curare anche la questione estetica, un fatto che apprezzo molto. Il FiiO M7 ha un corpo metallico e un giusto peso, controlli piacevoli e ben definiti sul fianco e—il mio tocco preferito—una rotellina per regolare il volume. Mi piace molto avere questo tipo di esperienza tattile, ora che tutto va verso il touchscreen.

Prashanth, 42 anni
Programmatore, Stati Uniti

Lettori M3

Il vecchio iPod Touch di Prashanth, con un touchscreen non sempre funzionante. Foto: Prashanth

Sono uno snob musicale dichiarato e un po’ un audiofilo. La maggior parte della musica che ascolto ha una qualità “cinematografica,” quindi preferisco ascoltare in formati digitali lossless, senza perdita di qualità, come FLAC e AAC. La maggior parte dei servizi di streaming offre solo audio compresso e per anni non ho mai sottoscritto un account premium.

Ho sempre preferito portarmi dietro il lettore MP3, ben sapendo che così avrei potuto ascoltare musica anche senza rete o batteria del cellulare. Di recente però mi sono iscritto a un periodo di prova di sei mesi a Apple Music. Hanno molta musica in formato lossless.

Mi piace pensare che per la maggior parte delle persone che ascoltano musica commerciale non ci sia ragione di scegliere il lossless. Ma, se ami la classica, l’orchestrale o il jazz, è quello su cui puntare.

Pubblicità

Kyle, 26 anni
Studente, Stati Uniti

Lettori MP3

I lettori MP3 di Kyle. Collage: VICE / Images: Kyle.

Ho uno smartphone ma gli aspetti positivi del lettore MP3 prevalgono di gran lunga sugli svantaggi della musica in streaming. Visto che sono uno studente non ho molti soldi, quindi il fatto di potere ascoltare la musica che già possiedo mi aiuta molto. In più, così facendo non devo avere a che fare con quelle fastidiose pubblicità delle radio o nelle app gratuite. La maggior parte dei prof permette poi di tenerli in classe visto che non ci puoi cercare le risposte, ma puoi registrare le lezioni e sistemare gli appunti in un secondo momento.

Il primo lettore MP3 che ho posseduto era un SanDisk Sansa Fuze che ho ridipinto continuamente negli anni e funziona ancora oggi. Negli ultimi anni sto cercando tra i lettori a poco prezzo per capire se trovare un rimpiazzo. In questo momento sto utilizzando un MYMAHDI M230.

Suzanne, 69 anni
In pensione da poco prima che iniziasse la pandemia, Canada

So che potrei utilizzare lo smartphone, ma non lo faccio per un paio di ragioni: Apple ha eliminato l’attacco per il jack delle cuffie! E quelle in dotazione con l’iPhone le trovo molto scomode. Passo molto tempo all’aperto vista la mia passione per la fotografia naturalistica e ho sempre paura di usare e perdere gli AirPods mentre gironzolo nei boschi.

Prima della pandemia viaggiavo un sacco all’estero. Di solito ogni 18 mesi me ne andavo oltremare per un paio di settimane, spesso a Londra, andandomene in giro ovunque con il mio lettore MP3. In questi casi uso l’iPhone principalmente per motivi di viaggio: cercare informazioni, usare Google Maps e mandare foto agli amici. Soprattutto—e specialmente quando sono in una città che non conosco—ho bisogno di immergermi nella cultura del posto ascoltando la radio locale. In pratica, utilizzo l’iPhone per le ricerche, ma per divertirmi e per le notizie uso il lettore MP3 e la sua radio.

Le interviste sono state editate per brevità e chiarezza.