Cultura

Le regole non scritte dell'era post Tinder

Una guida definitiva alle nuove regole romantiche.
30.10.19
Young couple hugging

Le app d'incontri hanno modificato completamente le dinamiche relazionali. Nonostante siano spesso terribilmente deludenti, ci hanno anche fatto il favore di liberarci dalle vecchie regole e consuetudini del corteggiamento. Non puoi più nasconderti dietro diciture nebulose tipo "andiamo solo a bere una cosa"—vi siete conosciuti su una cosa che ti dice che hai "matchato" con un'altra persona, è un appuntamento.

Pubblicità

Il fatto di installare app ti costringe a essere onesto con te stesso fin da subito: sei in cerca di una relazione, o almeno di una scopata che si avvicini alla sufficienza, perché non esiste stare su Tinder "per curiosità" (sappiamo che c'è ancora chi lo dice, sì). Nessuno va da Tiger tanto per guardare. Ti porterai a casa un portapranzo di latta con sopra un panda strabordante, che ti piaccia o meno.

Anche se ormai hai un rituale ben preciso e riesci a gestire incontri con tre sconosciuti alla settimana con efficienza militare, far scattare la scintilla è più difficile che mai. La buona notizia è che non ci sono mai state così tante possibilità di incontrare qualcuno che ti piace, semplicemente perché il processo è molto più veloce. Ma con tutte queste novità, sono arrivate anche nuove regole.

Confrontandoci con diversi 30enni, abbiamo identificato cinque nuove caratteristiche fondamentali della ricerca di un partner nell'epoca dello swipe.

1. IL QUARTO APPUNTAMENTO NON ESISTE

Young couple hugging and kissing

Quando sono uscita per la terza volta con un ragazzo l'ho informato che, se ci fossimo visti di nuovo, saremmo stati ufficialmente una coppia. "Queste sono le regole, il quarto appuntamento non esiste," ho detto, senza lasciare possibilità di replica. Fortunatamente la cosa lo ha fatto ridere e ha accettato la mia velata proposta di diventare il mio ragazzo.

Potreste pensare che la regola del "nessun quarto appuntamento" abbia troppe eccezioni, ma il punto non è prendere necessariamente un impegno. Si vuole soltanto riconoscere che, dati i crescenti incontri, è chiaro che l'altra persona ti piace e volete continuare a vedervi. Può essere uno scopamico, un unicorno o qualcuno che un giorno potresti voler presentare ai tuoi. Certo che potete lasciarvi se non funziona! Puoi anche frequentare altre persone se a entrambi sta bene così! Però, ammettilo: questa cosa con questa persona con cui ti spogli ogni weekend, è una relazione.

“Tempo fa io sostenevo addirittura che il terzo appuntamento non esistesse, ma Tinder mi ha fatto cambiare idea", mi dice Ross. Ross e la sua ragazza hanno fatto il "passaggio" prima del quarto appuntamento, dopo che lui le ha chiesto: "Giusto per essere sicuro, è una relazione esclusiva no?" Regole o meno, non bisogna mai dare nulla per scontato. Più avanti, lei gli ha detto che il suo approccio diretto l'aveva sorpresa, ma le aveva fatto piacere sapere esattamente che cosa pensasse. "Così ha smesso di chiedersi se fosse solo una botta e via."

2. NON ESISTE NEANCHE FARE I DIFFICILI

Boy and girl kissing

Magari funziona ancora se hai una cotta per un tuo compagno di università o un collega, quando il tuo bersaglio è intrappolato con te in un edificio ogni giorno, e quindi puoi darti un'aria di erotico mistero indossando i tuoi maglioni più sexy, e ignorandolo ostentatamente. Ma su internet sembra soltanto disinteresse. Al di là di tutti difetti, le app per incontri ci hanno dato la benedizione della chiarezza: sei qui, hai sete, e la persona che sta ordinando da bere di fronte ha te ha passato il test del "come mi vedo coricato/a sotto questa persona."

3. IL TEMPO CHE PASSATE INSIEME A PARLARE NON INFLUISCE SU CHE COS'È "QUESTA COSA"

Young couple on bed

Anni fa, dopo aver frequentato un ragazzo un paio di volte alla settimana per circa cinque mesi, mi permisi di suggerire che forse era diventato il mio ragazzo. Quando mi sentii rispondere molto chiaramente di no, rimasi un po' confusa. Se non è una relazione, questa, che cos'è? Per sfuggire all'imbarazzo, gli proposi di fare sesso e non ne parlammo più. (Quando ho ricontattato il ragazzo in questione poco tempo fa, lui mi ha detto: "Certo che era una relazione, non so perché mi sono comportato così. Ti chiedo scusa." Questa cosa la aggiungo non perché serva, ma perché avevo ragione).

Quella della “relazione in tutto tranne che per il nome" è una storia comune. Martha* dava per scontato che con un ragazzo fossero "fissi" quando entrambi hanno cancellato Tinder, ma si è presto resa conto che non lo erano. "Diceva sempre alle ragazze che erano belle ed era pieno di 'piani B'," mi racconta.

Come era successo a me, anche lei si è sentita confusa. Parlavano tutti i giorni, si aiutavano quando avevano problemi, ma lei non osava lasciare qualcosa di suo a casa di lui. Sono finiti per ammettere di stare effettivamente insieme quando Martha ha dato un ultimatum—dopo ben tre anni e mezzo di tira e molla. Sembra incredibile, ma ha funzionato. "Eravamo entrambi terrorizzati," ammette. "Io avevo paura di aver scelto ancora una volta quello sbagliato, lui del fatto che avessi già dei figli. Penso sapesse che avremmo fatto sul serio."

Pubblicità

Per quanto possa essere difficile parlare onestamente dei propri sentimenti, il sesso non è mai stato così facile—tanto che lo si può usare come strumento per stimolare la comunicazione. Jane e il suo ragazzo hanno girato attorno alla questione di come definire la relazione per un po', sempre via messaggio, mai di persona. "È stato solo quando abbiamo iniziato a fare sesso che lui ha aperto la conversazione," racconta lei. "Era ancora dentro di me quando mi ha chiesto: 'Allora, sei la mia ragazza adesso?'"

4. LE INDAGINI PRELIMINARI SONO IMPORTANTI

Boy and girl holding hands at night

Una volta indagare sulle preferenze politiche di un possibile partner era considerato un gesto maleducato al pari di chiedere a uno sconosciuto se pensava di "fare qualcosa per quel bubbone sul collo," ma il mondo sta andando un po' a rotoli e siamo semplicemente a corto di pazienza per certe stronzate. Al giorno d'oggi, in pochi sono disposti a buttare via un martedì sera con qualcuno che pensa che quello sul diritto all'aborto sia un "dibattito divertente". È per questo che io, europea che vive in UK, indagavo sulla posizione dei miei possibili incontri riguardo alla Brexit. Tuttavia, mentre mangiavo un pad kee mao a Soho con un inglese che si definiva "assolutamente anti-Brexit", ho scoperto che le indagini preliminari non sono una scienza esatta. Dopo avermi informato, divertito, che aveva annullato la scheda della votazione "per protestare contro la gestione della crisi greca da parte dell'UE," io sono stata zitta, ho messo un po' di soldi sul tavolo e me ne sono andata.

Il fatto è che l'attualità è estenuante e devastante e io voglio passare il mio tempo libero con una persona che questo lo capisce—non mettermi un troll di Twitter in salotto. Per Hayley, serve anche a risparmiare tempo: "Non voglio dover litigare sul femminismo, i diritti LGBTQ o l'equilibrio tra i ruoli all'interno di una famiglia."

5. PARLARE IN CHAT VA BENE FINO A UN CERTO PUNTO

Young guy on phone

“Vuoi bere qualcosa?” come primo messaggio è terribile. Anche se la risposta è sì, ti serve almeno qualche minuto di chiacchiere prima, per fare una selezione preliminare. Io ho scritto a varie persone queste testuali parole: "Siamo tutti molto impegnati, quindi diciamoci le cose che assolutamente non sopportiamo prima di uscire di casa." Alcune persone lo trovano strano, cosa che non mi dà alcun problema visto che non saremmo andati d'accordo comunque.

Ognuno ha un diverso processo di preselezione. Per qualcuno è la politica, per altri la distanza, altri sentono un campanello d'allarme quando il potenziale partner parla male del/della loro ex. O magari usa una di quelle frasi insopportabili tipo "Non sono uno che si prende troppo sul serio," che di solito sta a significare "Non mi piace parlare dei miei sentimenti."

Pubblicità

La preselezione di Ed* comprende anche la compatibilità sessuale: "So cosa mi piace," dice. "Penso che l’atteggiamento verso il sesso sia indicativo del tipo di personalità. È soltanto sesso, no? E allora scopiamo e vediamo se siamo compatibili. Altrimenti rischi di andare a cinque appuntamenti e sviluppare dei sentimenti per una persona con cui a letto non funzionerà mai.”

Una volta che sei abbastanza sicuro che questa persona sarà di buona compagnia per un drink, è accettabile smettere di messaggiare finché non vi incontrate. Non c’è niente di più deludente di arrivare al punto caldo della chat con una persona che poi dal vivo ha il carisma di una mattonella da bagno.

“È troppo facile sembrare interessanti scrivendo,” dice Kav, che si è trovata in una “intensa relazione testuale” con una persona con cui non andava per niente d’accordo quando si sono poi visti. Emma* concorda: “Magari è simpaticissimo per messaggio, ma non ha nulla da dire nella vita reale. È un vero peccato quando succede, quindi non mi piace farmi coinvolgere troppo. Ora dico sempre che preferisco parlare di persona”.

Segui Jessica su Twitter.

* Alcuni nomi sono stati cambiati per preservare la privacy degli intervistati.