FYI.

This story is over 5 years old.

mondrian

Gioca a Pong in un quadro di Mondrian

Dopo calzini e tende da doccia, ora c'è anche un videogioco a tema Mondrian.
25.3.16

Prima parte

Mi è sempre piaciuto Mondrian, ma non sono mai impazzito per lui. Non trovo le sue opere belle o particolarmente innovative—ma dopo tutto, chi sono io per giudicare? Non sono di certo un suo contemporaneo. Quello che veramente mi affascina di lui è la sua maniacalità nel suddividere le superfici organizzandole per colore. Una pratica che può suscitare solo grande ammirazione in un compulsivo come me.

Pubblicità

Tuttavia, come nel caso di molti altri artisti, non apprezzo particolarmente il recupero in chiave "pop" delle sue opere. Calzini, tende da doccia, serie speciali di auto, tutto suddiviso a quadri riempiti con i colori primari: rimangono pochi prodotti ormai non ancora mondrianizzati. Per quanto ami l'arte che gioca con sé stessa, quando accade il contrario provo sempre un certo fastidio. Non scaldatevi, sto solo esprimendo un parere puramente personale, non voglio convincere nessuno e sì, lo so che Mondrian aveva una visione più ampia del suo lavoro che esulava dalle semplici esposizioni nelle gallerie d’arte.

Seconda parte

Apprezzo sinceramente l’effetto nostalgia, soprattutto in piccole dosi, come una piccola fuga dalla frenesia quotidiana. Infatti, proprio come voi, adoro i miei vecchi giocattoli e sto diventando sempre più simile a quei vecchi lamentosi che ripetono quanto ogni cosa fosse migliore ai loro tempi. Certo, giocare ogni tanto con il NES e armeggiare con i LEGO è sempre bello, ma eviterei di ridurre l’oggi a un surrogato degli anni Ottanta e Novanta.

Oggi si possono creare così tante cose nuove! I bambini sanno già programmare da piccoli e ogni giorno vengono comunicate nuove importanti scoperte scientifiche, quindi, qualcuno potrebbe gentilmente spiegarmi come siamo arrivati a MondriPong?

Terza parte

Ecco com’è successo. Gente senza troppa fantasia si inventa concorsi come quello lanciato su iniziativa di B3ta. Una sfida in cui i partecipanti dovevano "trasformare un'opera d'arte in un videogioco, o viceversa. Cose come Invader a tema Monna Lisa o Super Mario al Louvre." Passando in rassegna le 120 proposte, abbiamo scovato questa Pongdrian GIF di Kristiana Hansen trasformata in MondriPong, la versione giocabile della GIF. Se volete provarla, basta cliccare qui. Io torno a lamentarmi da solo in un angolino per i fatti miei senza disturbarvi ulteriormente.

Via BoingBoing