Pubblicità
Noisey

Ho intervistato la star del momento, Fabrizio De André canta la Trap

Nelle ultime 24 ore internet è impazzito per De André canta la Trap, che con le sue cover è entrato nelle tendenze di YouTube, abbiamo intervistato la persona dietro l'operazione.

di Mattia Costioli
22 febbraio 2018, 3:36pm

Internet Italia è un posto piuttosto piccolo e vorace, quindi è normale che nel giro di poche ore De André canta la Trap sia entrato di diritto nelle prime posizioni della classifica Tendenze di YouTube (mentre scrivo, solo Emis Killa e Capo Plaza riescono a tenergli testa). Ma chi è De André canta la Trap?

Dopo la nostra segnalazione tutti i siti del panorama musicale italiano, da Panorama a Radio Deejay, hanno riportato con entusiasmo la notizia e, nonostante una certa parte dei commentatori abbia criticato fortemente l'operazione, imputandole una "mancanza di rispetto" più o meno tutto il resto dell'umanità che abita questo Paese è riuscita a divertirsi: sia per il contrasto paradossale che genera il miscuglio di Fabrizio De André e Sfera Ebbasta (o Ghali, o la Dark Polo Gang) sia perché l'autore di queste cover è davvero molto bravo a cantare, tanto che qualcuno ha persino pensato a una mossa in stile Dolcenera del Criber.

Ad ogni modo, dell'autore in realtà non sappiamo molto se non che: è un grande appassionato di Fabrizio De André (non l'avreste mai detto, vero?), che ha tra i venti e i trent'anni e che non vuole dirvi il suo vero nome, quindi qui sotto trovate la nostra intervista a De André canta la Trap, in persona (si fa per dire).

Noisey: Internet è impazzito per le tue canzoni e la somiglianza è quasi disturbante, dimmi: come ti è venuta l'idea?
De André canta la Trap: Sono un grande estimatore di De André. Anzi, oserei dire che ho un vero e proprio feticismo nei suoi confronti. Mi capita di avere dei periodi piuttosto lunghi in cui ascolto solo De André e ho un amico che si trova nella stessa situazione, che se viene tirata per le lunghe diventa anche un po' pesante psicologicamente. Per quanto mi riguarda la maggior parte delle canzoni di De André non hanno un messaggio facilmente gestibile a livello umano, per me è un ascolto sempre molto impegnativo. Quindi l'unico modo per uscire da questi periodi di stallo è ridimensionare l'artista, in un certo senso. All'inizio volevamo "allontanare" De André dalla sua poetica e abbiamo cominciato con Fabri Fibra, poi io ho proseguito con la vena trap.

Quindi era un gioco che non avevi pensato di postare su internet.
Era un modo simpatico per uscire da una fase che era particolarmente intensa, e poi sì, per scherzare fra di noi.

Ma tu quanti anni hai?
Posso dirti che ho tra i 20 e i 30 anni.

Allora siamo più o meno coetanei. Lo sai che in questo momento hai superato Emis Killa nelle Tendenze di YouTube? Com'è stato il momento in cui ti sei reso conto che questa roba stava esplodendo?
In realtà è stato tutto molto inaspettato. Io, come si può notare dalla qualità dei miei video, non miravo certo a una cosa di questo genere: ho solo pensato che fosse qualcosa di simpatico da condividere e quindi l'ho condiviso, tutto qui.

Sei tu a cantare? Nel senso, c'è qualche filtro o quella è effettivamente la tua voce?
Sono io. Ho cominciato ad ascoltare De André da adolescente e direi che ho imparato a usare la voce cantando sulle sue canzoni. Conosco abbastanza bene il suo modo di cantare e poi è anche una cosa che gioca sulla sospensione dell'incredulità. Se vedi una foto di De André, senti una chitarra nel suo stile e una voce che canta con due o tre delle caratteristiche che lui usa molto, ti convinci della somiglianza.

Questo è super vero. Quando ieri abbiamo intercettato le tue cover su YouTube, quando avevano ancora meno di 100 visualizzazioni, l'ho fatta sentire a tutti i miei colleghi e dicevo: "È incredibile non perché sua è identica, ma perché imita perfettamente la pronuncia di alcune parole e il modo di incastrarle nella melodia."
Sì, credo che questa sensazione derivi anche dal fatto che il tipo di De André che io imito è molto circoscritto: è il De André degli ultimi quattro dischi, quando aveva quel birignao (leggi la definizione di birignao, NdE) molto pesante. Faber faceva "cadere" la voce in un modo molto riconoscibile. Anche in questo senso si tratta di un altro modo per riuscire a ridimensionare l'artista e a superare quelle fasi di grande voracità della sua musica che ho vissuto.

Hai pensato a cosa farai della tua creatura adesso?
Penso che qualche altra cover potrei farla, ma in realtà non ho dei piani per il futuro.

Secondo me non ti sei ancora accorto del clamore che ha suscitato la tua operazione, te la sentiresti mai di cantarla dal vivo?
No, non credo proprio.

Eppure ci sono diverse trasmissioni che sarebbero disposte a farti cantare, in questo senso l'operazione è andata oltre le aspettative?
In quel senso penso proprio di sì. Diciamo che la mia discrezione sta anche nel fatto che De André è, secondo me, la cima della nostra canzone. Ed effettivamente questa cosa è un po' mancargli di rispetto. Però dall'altro lato penso che considerarlo intoccabile, nella sua altitudine, non sia altro che un modo per allontanarlo da chi non lo ha mai ascoltato e lo vede là: immobile nella sua perfezione. Io riesco a sopportare questa cosa raccontandomela così. Se dovessi rifarla probabilmente non riuscirei più a giustificarmi con me stesso.

Diventerebbe una parodia, più che un omaggio. Ti è capitato di leggere i commenti che hanno fatto le persone su internet?
Quelle in cui si complimentano di sicuro mi fanno piacere. Quelli che pensano che sia un po' mancare di rispetto a De André hanno in parte ragione, è una cosa che in parte penso anch'io. Io non penso che la musica sia morta nel Novecento, penso che qualsiasi genere musicale possa potenzialmente portare delle cose nuove nel panorama musicale. Però solo il fatto di accostare quei testi lì al modo e alla maniera di interpretare di De André mostra chiaramente che c'è una discrasia enorme tra un qualunque pezzo di Faber e il testo medio di una canzone trap.

Tu sei un ascoltatore della trap? Un fan, addirittura? O è solo una cosa che hai intercettato perché sei nel suo momento storico?
Ne sono venuto a conoscenza piuttosto per caso attraverso dei conoscenti più giovani di me, soprattutto per via di una persona che continuava a far girare "Habibi" a ripetizione, finché non l'ho imparata a memoria, mio malgrado. Più che un fan sono uno spettatore della trap, anche se per fare questi video un po' ho dovuto studiarla, ma poi mi sono fermato lì.

Segui Mattia su Facebook.

Segui Noisey su Instagram e Facebook.