FYI.

This story is over 5 years old.

The World: il post-punk non è mai stato così divertente

Doppio sax, ritmi funky e new wave: l'EP di debutto dei The World farà ballare il mondo.
9.2.16

Foto: David Armstrong

“Managerial Material”, la title track dell'EP di debutto dei The World, rimbalza sulle molle di un doppio sax e di un basso funky balbuziente, mentre la voce ricorda Su Tissue della band culto degli anni Ottanta Suburban Lawns. A volte raggiunge l'atmosfera da festa in salotto dei primi B-52s.

Grace Ambrose, ex-coordinatrice della rivista Maximum Rocknroll, di punk fatto da gente con problemi di ansia ne sa di più di tutti noi. Lei descrive la band come segue: "The World è un gruppo post-punk, certo, ma sono anche un gruppo dance, un collettivo artistico selvaggio e rivoluzionario, suoni del passato catapultati nel futuro”.

Pubblicità

Con il contributo del luminare garage rock della Bay Area Andy Human e dei due sassofonisti Alexa Pantalone e Stanley Martinez, il gruppo emana un'aura di divertimento senza pretese. Dopo un paio di demo e con una reputazione live in continua crescita, il gruppo pubblicherà il proprio debutto ufficiale sull'etichetta inglese Upset The Rhythm il primo aprile.

Ascolta “Managerial Material” qui sotto e leggi la breve intervista che ci hanno rilasciato.

Noisey: Nei vostri pezzi si sente la No Wave newyorkese anni Settanta, ma anche gli Oil Tasters e il pop dei vostri concittadini Romeo Void.
Amber Sermeno: Sono contenta che sia questo che viene in mente ascoltandoci! Ma sinceramente, non avevo un'idea o un'influenza precise. Ci sono alcune cose da cui ho preso, sicuramente. Quello che viene a galla però non suona mai uguale alla fonte. Cose come anarcho punk, dub e funk, principalmente. Sono semplicemente contenta se una linea di basso inventata da me viene arrangiata all'interno di una vera canzone dai miei compagni. Quello e far ballare la gente.
Andy Human: Mmm… band con il sax. Non so, non credo che siamo così influenzati dai gruppi con il sax, a dir la verità. Non avrei mai pensato ai Romeo Void. Sono cresciuto con quella canzone che passava per radio in continuazione, quindi forse ha influenzato le mie prime percezioni della sessualità umana…

Voi venite da background più strettamente punk e garage. Com'è stata la reazione a questa band fino ad adesso?
Andy: È stata incredibilmente positiva. Forse venire da un background rock'n'roll e punk significa che, anche se la musica è ripetitiva e riduzionista per forma e struttura, ha comunque una forma canzone riconoscibile. Siamo un gruppo dance che suona canzoni brevi, questo è punk, giusto?

Pubblicità

Una canzone, “It Takes 2”, è anche il nome della nuova etichetta di Stanley e Alexa. Ha un significato particolare?
Amber: Non voglio parlare per l'etichetta ma so che Alexa e Stanley sono super tranquilli. Avevano un po' di problemi a trovare un nome e Andy fa "Cosa ne dite di It Takes 2?" E loro fanno "Sì, sembra fico". La canzone è un po' ambigua. È più o meno sull'essere una coppia e/o sugli incontri educati e noiosi, sulla stagnazione.
Alexa Pantalone: Sì, era da un po' che ci stavamo pensando… Era tanto tempo che volevamo mettere su un'etichetta e finalmente ce la stiamo facendo, il 7" dei The World sarà la prima uscita. Visto che la nostra idea è di far uscire un sacco di roba nostra, pensavo fosse fico mettere un riferimento a una nostra canzone. Ma ci sarà presto molto altro! Stiamo lavorando ad alcune interessanti ristample e la prossima uscita sarà un 45 giri degli Shifters!

Chi è il "materiale da manager" nella band?
Amber: Alexa tiene in piedi tutta la baracca… ma non arriverei a chiamarla "materiale da manager". È un brutto insulto.
Alexa: Magari sono quella che risponde alle mail e organizza i concerti, ma non direi di essere materiale da manager. Lavoro due o tre giorni alla settimana e odio dire alla gente quello che deve fare. In generale direi che tutti i componenti della band sono abbastanza anti-manageriali, ahah.

'Managerial Material' sarà disponibile in Europa tramite Upset the Rhythm a partire dal primo aprile.

Segui Noisey su Twitter e Facebook.